Tipologie di mediazione e relative procedure - Counseling Mantova - Relazione di Aiuto

Vai ai contenuti

Menu principale:

La mediazione sociale è la più generale ed informale delle pratiche di mediazione. Con essa si può trattare ogni tipo di conflitto (che non implichi un reato) tra persone adulte: familiari, parenti, amici, soci, colleghi, vicini di casa, inquilini, proprietari, ecc.
Per avvalersi del servizio è sufficiente contattare il mediatore e prenotare un incontro. Il primo colloquio è individuale e serve per valutare la mediabilità del conflitto, inquadrare il problema, valutarne le conseguenze sulla vita del cliente, esplorare le possibili soluzioni. Se, a questo punto, il cliente si rende disponibile ad incontrare la controparte, questa verrà contattata dal mediatore, che ne verificherà la disponibilità sia ad un incontro individuale, sia alla seduta vera e propria di mediazione. Complessivamente, dunque, il percorso di mediazione si articola su tre incontri: i primi due individuali (di circa un’ora), il terzo congiunto (un paio d’ore). All’occorrenza, dopo il terzo incontro, possono essere svolti altri due colloqui individuali, per affrontare separatamente alcuni nodi che ancora impediscono la costruzione di un accordo, per poi concludere con un sesto incontro congiunto.
La mediazione si dice riuscita quando entrambe le parti si dichiarano soddisfatte del percorso fatto e dell’accordo raggiunto, che può essere stabilito in forma verbale o per iscritto, in base alla decisione delle parti stesse.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu