I principi e le tecniche - Counseling Mantova - Relazione di Aiuto

Vai ai contenuti

Menu principale:

I principi fondamentali che indirizzano la pratica del Counseling sono l’assenza di giudizio, l’accettazione incondizionata, l’empatia e l’assoluta riservatezza.  Il lavoro del counselor consiste nell’agevolare la persona in un’auto-esplorazione che permette la messa a fuoco e la definizione delle problematiche attuali, le eventuali connessioni con problematiche più antiche, l’approfondimento dei vissuti emotivi, l’attenzione al corpo e alle varie componenti della personalità, la consapevolezza dei meccanismi che bloccano la soluzione dei problemi, l’individuazione ed il potenziamento delle risorse interne ed esterne per farvi fronte nel modo più soddisfacente. Il counselor non dà soluzioni né consigli, ma aiuta la persona ad aiutarsi.


L’approccio è Centrato sulla Persona nella sua interezza, con particolare attenzione ad un lavoro di integrazione fra le dimensioni corporea, emotiva, cognitiva, comportamentale, nel pieno rispetto dell’unicità dell’individuo e della sua esperienza e nella convinzione che ciascuno racchiude in sé tutte le risorse per una realizzazione piena e soddisfacente del proprio disegno di vita.


Le tecniche che io utilizzo, essendomi formata ad un approccio pluralistico-integrato, sono molteplici: ascolto attivo di matrice rogersiana, tecniche gestaltiche, analitico transazionali, focusing, programmazione neuro-linguistica, psicodramma, voice dialogue, nonché le tecniche espressive dell’art counseling. Ad eccezione dell’ascolto attivo, che rappresenta la base costante di tutto il mio lavoro, le altre tecniche vengono applicate a seconda della fase del percorso, del tipo di problematica e/o delle propensioni del/della cliente.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu